Stelle di patate in guazzetto di porcini dell’Amiata

Scoprite la ricetta dell’Autunno ideata da Daniele.

Ingredienti per 4 persone:

Per la pasta:

3 tuorli d’uovo
300 gr di farina bianca
Acqua e sale quanto basta

Per il ripieno:

70 gr di salsiccia fresca maremmana
300 gr di patate a polpa tenera
odori (carote, sedano, cipolla, erbe aromatiche)
olio extravergine d’oliva della Cantina Pieve Vecchia
2 cucchiai di pecorino stagionato in grotta del Caseificio il Fiorino

Per il guazzetto:

olio d’oliva
uno spicchio d’aglio in camicia (da togliere dopo la cottura)
2 porcini del Monte Amiata di media grandezza (250 g circa)
sale, pepe, brodo di carne

Per la decorazione:

Nipitella fresca
Una piccola patata viola francese

Preparate la pasta, amalgamando tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto liscio ed elastico. Far riposare l’impasto un’ora in frigo ricoperto da pellicola.
Pelate le patate, precedentemente lessate, e passatale allo schiacciapatate. Rosolate tutti gli odori con olio di oliva poi aggiungete la salsiccia sbriciolata, cuocete a fuoco lento per venti minuti. Aggiungete le patate e cuocete ancora per cinque minuti. Aggiustate di sale e pepe e quando il ripieno sarà freddo mettete due cucchiai di pecorino di grotta grattato. Amalgamate il tutto e mettete in frigo a riposare per trenta minuti.
Stendete la pasta e disponete il ripieno tagliando a piccole forme quadrate e poi chiudete le estremità, formando una stella. Tagliate i porcini a piccoli dadi, cuoceteli in olio d’oliva con uno spicchio d’aglio, aggiustate di sale e pepe. Aggiungete quanto basta di brodo di carne caldo per formare un piccolo guazzetto.
Cuocete infine le stelle di patate in acqua bollente salata per tre minuti.
Mettete nel piatto fondo il guazzetto di porcini, adagiate sopra le stelle, un goccio di olio d’oliva, decorate con fiori di nipitella selvatica e chips sottili di patata viola fritta.